MARZO, FESTA DI PRIMAVERA: L’EQUINOZIO

/, NEWS, QUESTO MESE PARLIAMO DI.../MARZO, FESTA DI PRIMAVERA: L’EQUINOZIO

MARZO, FESTA DI PRIMAVERA: L’EQUINOZIO

Equinozi e solstizi sono passi di una danza cosmica di cui tutti facciamo parte, scandiscono i ritmi della natura e dividono l’anno solare in 4 parti pressochè uguali, determinando le stagioni.
Con il termine equinozio si intende lo stesso numero di ore di luce ed oscurità, di giorno e di notte. Sole e luna, yang ed yin sono in equilibrio.
Se l’equinozio di autunno segna il punto di svolta, dopo il quale le giornate si accorciano, la luce del sole cala e la natura si prepara al sonno ed al riposo dell’inverno, l’equinozio di primavera segna l’inizio del ciclo opposto, quello in cui le giornate si allungano e la luce del sole aumenta.

L’arrivo della primavera coincide con il risveglio della natura, con un tripudio di colori e profumi, con la rinascita, con il canto degli uccellini, con il risveglio degli animali e dei loro sensi, con una nuova vita, con gli accoppiamenti, con la preparazione dei nidi e con la speranza di maggiore prosperità.

In antichità, oltre ad onorare le varie divinità e a fare riti propiziatori per ottenere i loro favori, si celebrava, con l’equinozio di primavera, l’unità inscindibile tra esseri umani e natura, della quale siamo figli e le cui leggi ci regolano.

In questo periodo storico, dettato dall’incertezza e dalla sopraffazione, dalla distruzione e dallo sfruttamento incondizionato delle risorse che la natura generosamente ci offre, è più che mai necessaria una presa di coscienza di tutti noi individui, sia come singoli che come collettività ed è auspicabile che avvenga un ricongiungimento dell’uomo con la natura e la terra che ci ospita.

L’equinozio potrebbe essere un buon momento per intraprendere questo viaggio anche con piccoli gesti, come: camminare nella natura, sentire l’energia del risveglio ed osservare ogni minimo cambiamento oppure seminare qualche pianta ed imparare a prendersene cura, ricordandoci che l’anima dell’uomo diventa una cosa sola con tutto ciò che cresce.
Tra le piante associate alla primavera ricordiamo: i narcisi, il gelsomino, lo zenzero, la gardenia, la rosa, la forsizia.

Poi potremmo anche aprire le finestre di casa e del cuore e lasciare che il vento di primavera purifichi l’aria e porti un rinnovamento, una rinascita, il trionfo dell’amore su tutto.

2016-03-20T23:01:13+00:00 marzo 20th, 2016|INFO DAL CAMPO, NEWS, QUESTO MESE PARLIAMO DI...|